fbpx
Torta ceca mielata “MEDOVNÍK“ – ricetta

Torta ceca mielata “MEDOVNÍK“ – ricetta

La torta ceca Medovník (mielata) ha origine forse in Armenia, Georgia o Ucraina. Se però avete già visitato Praga potreste averla gustata in una delle rinomate caffetterie della città, dov’è stato depositato il marchio. Infatti, seppure su internet circolino ricette con poche varianti si vocifera che quella di Praga abbia un ingrediente segreto. E questa unicità della torta potrebbe essere una delle tante motivazioni per visitare Praga.

Il gusto della torta ceca

Il nome della torta ceca è dovuto al miele presente soprattutto nell’impasto della torta. La descrizione parla di gusto al miele e caramello con sottili fogli di pasta al caramello e crema al caramello. Infatti sorgerebbe un dubbio circa la denominazione, perché nelle attuali ricette si utilizza più spesso la crema al caramello anziché al miele, com’era in origine. Comunque è una bomba calorica che durante le visite della città può essere un valido sostituto di un pasto. Tanto con le camminate si smaltisce benissimo.

Ricetta

Amalgamare a bagnomaria l’impasto:
400 gr. farina 00
150 gr. zucchero a velo
3 uova
250 gr. burro
3 cucchiai di miele
1 cucchiaio di bicarbonato

Prima d’infornare, distribuire con la spatola l’impasto in 6 dischi sottili sulla carta da forno e cuocere c.ca 7 minuti con forno ventilato.

Preparare la crema mischiando:
300 gr. burro
397 gr. di latte condensato caramellato

Assemblare la torta:
spennellare ogni disco con la soluzione (in proporzione 5/3) di caffè con rum. Distribuire la crema divisa in 7 parti su ogni disco e l’intera superficie. Cospargere la torta con noci e cioccolato tritati.

Fondamentale, prima di servire:
lasciare riposare in frigorifero per 24 ore.

La ricetta che vi propongo non è la sacrosanta, originale e depositata come garantita. È solo una delle ricette ricevute da un’amica ceca, tramite un giornale ceco. Però è collaudata e a mio parere più semplice da fare rispetto a tante altre. Poi alla fantasia e alle aggiunte personalizzate non ci sono limiti.
Buona degustazione!

Altre leccornie di miele in Slovacchia e in Boemia
Leggi anche: Gulash e gnocchi

Lascia un commento

Veronica Petinardi

Da sempre mi piace scrivere, raccontare e condividere. Già quando vivevo a Praga, dove sono nata, producevo un’infinità cartacea di diari e fogli scribacchiati. Scrivevo a macchina i testi universitari e mi chiedevo in quanti li avrebbero capiti. Per questo diversi anni dopo, quando ormai vivevo in Italia, ho cominciato a scrivere per gli altri, con il mio stile semplice, anche o forse appunto perché intanto avevo vissuto una vita difficile.Ho aperto il mio primo blog (quel tipo schivo di notorietà) quando tutto era più che altro un gioco e non passavo ancora le ore ad imparare a capire come si fa sul serio. Anche se apprendere tutti i meccanismi è più difficile di quanto avessi anticipato con la mia gavetta e lo studio, la voglia di scrivere ha vinto con la forza per questa nuova avventura di “Parole di legami”.La vita mi ha insegnato che ad ogni problema c’è una soluzione e la condivisione è la cura migliore, ecco perché scrivo per te.
Chiudi il menu