Praga è il cuore geografico dell’Europa dove per secoli si è mescolato il sangue delle nazioni. La città racconta la storia dell’Europa con le impronte di riformatori, artisti, sovrani e regnanti, condottieri, comandanti e autoritari.
Questo cuore nella sua esistenza ha subito più di un solo infarto eppure oggi nella città pulsa un nuovo sangue culturale. Il suo patrimonio di conoscenza cosmopolita ha prodotto un buon fertilizzante sapendosi reinventare per nuove sfide come la globalizzazione.

Cento torri

Praga ha altri diversi attributi: è la città delle cento torri, impossibile verificarlo ma con tutte quelle che dominano la metropoli, i campanili delle chiese e dei palazzi senza contare le case praghesi, ci si può tranquillamente fidare. Passeggiando tra i suoi monumenti ci si accorge della forte presenza gotica e si percepisce un’atmosfera romantica. Il Castello di Praga pare sia l’unico in Europa a fare da sede del governo dal medioevo fino ad oggi.

Musica e scrittura

La Boemia è anche conosciuta come il “Conservatorio d’Europa” con tante istituzioni musicali come il festival “Primavera di Praga” o il “Festival internazionale di Jazz”. Senza dimenticare il passaggio di grandi musicisti del passato come Mozart, Bethoven, Dvorak o Smetana. A braccetto con tante altre testimonianze concertistiche e per una forte presenza dell’educazione musicale il detto:”in ogni ceco c’è un musicista”.
Poi c’è la Praga di Kafka, in onore di uno dei suoi famosi abitanti. La testimonianza della storia nella parola scritta, conservata con tanto amore per la letteratura oltre che per la musica si incontra ad ogni angolo. Sia nei viali che nelle viuzze molte le occasioni per leggere un libro o ascoltare musica.

Leggende

Praga è magica, dicono tutti, e vogliono tornarci. Tra le tantissime leggende che accompagnano altrettanti monumenti e reperti storici c’è quella del Golem e la casa del dottor Faust. Tante da scoprire, tra quelle facilmente da trovare c’è invece la “Viuzza d’oro”, nelle vicinanze del Castello, in passato abitata dagli alchimisti chiamati dall’imperatore Rodolfo II per trovare l’elisir di lunga vita. Tutti misteri che hanno contribuito alla fama di Praga e oggi rendono la sua visita ancora più affascinante.
La metropoli veniva chiamata pure “Roma del Settentrione” grazie alle sue numerosissime chiese e cattedrali, cappelle barocche, bellissime volte gotiche e splendide opere rinascimentali. Non in ultimo molteplici statue come poche altre città del mondo e monumenti romantici che le davano anche l’appellativo di “Parigi dell’Est”.

Eppure Praga è unica, è una città forte!

Nonostante i suoi tempi bui, il male cardiaco e la convalescenza nel periodo transitorio, oggi più che mai è una metropoli al passo con i tempi. Offre ai suoi visitatori le sue tradizioni e la sua bellezza insieme alle innovazioni, curiosità e comodità dei tempi odierni. Nota per la sua ospitalità, organizzata sia per i turisti e i partner commerciali come per la vita dei cittadini. Ovviamente propone la cucina ceca che ha assorbito altre varietà, come la sua storia, e ha offerte per ogni gusto. Praga, conosciuta in tutto il mondo non solo per la rinomata birra, il prosciutto e i dolci è come un vino prezioso. Col tempo ottiene un gusto sempre più delizioso e allo stesso tempo non perde la sua freschezza.

 

Altro Italo-ceco QUI

Per legare ancora di più seguimi su Facebook: Parole di legami
per una collaborazione mi trovi su Linkedin,
le mie foto e video curiosi sono su Instagram e YouTube,
le mie passioni le incollo su Pinterest
se sei fan di Google+ sappi che ci sono ma con delle difficoltà