180 GIORNI contratto “Questo documento non è regolare” Lorenzo teneva in mano il contratto d’affitto facendogli fare un volteggio sopra la scrivania a debita distanza dall’uomo seduto dietro. Non aveva tempo da perdere ed era anche contrariato per il fatto di doversela sbrigare lui la seccatura. Perlomeno anche il proprietario della villa si trovava in una situazione analoga per il fastidio di dover risolvere in anticipo un contratto di prossima scadenza che ormai non avrebbe dovuto avere sorprese.

Invece questo tipo, che si era presentato come Lorenzo qualcosa – gli era sfuggito – e che non aveva mai visto prima, teneva in mano il contratto che lui aveva stipulato con una giovane signora. Probabilmente sarà la sua amante, traeva le sue ovvietà ma non era quello che gli premeva ormai da un quarto d’ora, come segnava l’orologio strategicamente attaccato sul muro dietro la seduta dei clienti.
“Tra me e la signora c’era un accordo, le ho dato in mano la villa intera per sei mesi e sta di fatto che manca il 20 % da saldare.”.

Come risposta

Lorenzo aveva posato le chiavi sulla sua scrivania dicendogli che quelle gli avrebbe dato e pure il contratto della signora. Il proprietario si domandava se quel tizio non venisse da un altro mondo dove esiste tutto in un’unica versione originale.

Intanto Lorenzo pregava sé stesso di non cedere alla voglia di esibire la sua vera natura. Rimane un mistero quale vera natura intendesse. Lorenzo è un uomo abituato a districarsi nelle vicissitudini contrarie una all’altra. Qui sicuramente rimaneva stabile il bisogno di liberarsi al più presto di quella casa. Così magari il suo ultimo mese non l’avrebbe passato più in completa solitudine, la villa gli era passata per la mente in contemporanea rendendosi conto di ragionare come Anna. Comunque sapeva di aver ormai spiegato il necessario e voleva solo uscire da quell’ufficio.

“Lei la può riaffittare oggi stesso, quindi io la chiuderei qui” aveva risposto alla richiesta di denaro con un picchiettio sul contratto posato sul piano tra di loro. Poteva sembrare che la sua mancanza di pazienza stesse per uscire fuori.

Il locatore 180 GIORNI contratto

“Io quel contratto non l’ho depositato per ovvie ragioni” aveva ammesso il proprietario perché era inutile negare l’evidenza del pagamento in nero “ma io faccio un contratto comunque, per riguardo di tutti e due. La signora si può presentare anche domani, manca un mese.”. A lui invece il tempo serviva per non venire meno alla sua trattativa commerciale.

‘Questo tizio si crede forte’ pensava Lorenzo, definendolo così per il suo amore verso il denaro. Lui invece aveva un altro appuntamento più importante di un mese d’affitto già esuberante per quello che aveva ricevuto. “Guardi, qui non verrà a reclamare niente nessuno. La signora non di certo, se invece lei ha delle richieste chiami  questo numero e dica che si tratta dell’ultimo affitto di Lorenzo.”.

‘Lo sapevo che era la sua amante’ pensò il proprietario però gli era subito calato l’entusiasmo vedendo il biglietto da visita che questo Lorenzo aveva appoggiato sopra i suoi averi. Un nome di una risonanza, conosciuto non solo da quelle parti. Doveva ammettere che quel biglietto non era solito vedersi in giro. La sua tiratura non necessitava di grandi numeri, si sapeva che avere un appuntamento non era come andare da un avvocato qualsiasi.

I suoi prevedibili pensieri

non potevano interessare Lorenzo che al momento stava varcando l’uscio e lasciava dietro sé un saluto di buona giornata.
Così il negoziato era giunto alla fine con il cliente uscito di scena con un certo effetto. Questo Lorenzo qualsiasi fosse la sua professione la sapeva fare, pensò il professionista e in quel caso anche proprietario immobiliare. Sì, la giornata dalla parte dei profitti non si poteva considerare buona, dal punto di vista delle rogne evitate con quel biglietto invece sì. Ci aveva scritto sopra come promemoria il nome di Lorenzo. Poi lo aveva lanciato dentro il cassetto, per un futuro ‘non si sa mai’ quando certi contatti sarebbero potuti venire buoni.

 

Prima puntata QUI

Acquista il volume 1 di 180 giorni QUI

Per legare ancora di più seguimi su Facebook: Parole di legami
per una collaborazione mi trovi su Linkedin,
le mie foto e video curiosi sono su Instagram e YouTube,
le mie passioni le incollo su Pinterest
se sei fan di Google+ sappi che ci sono ma con delle difficoltà
pubblicazioni e contenuti sulla pagina Facebook autore Veronica Petinardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto